24.03.18

ARCO MUSICALE ORCHESTER WIESBADEN


Sab 24.03.18
Ore: 20.45


\\ Concerto



Marino Delgado Rivilla, clarinetto
Marco Sala, corno di bassetto
UWE SOCHACZEWSKY, direttore

PROGRAMMA
MENDELSSOHN: Le Ebridi “La grotta di Fingal”, ouverture da concerto, op.26
MENDELSSOHN: Pezzo da concerto n. 2 in re min. per clarinetto, corno di
bassetto e orch., op. 114
BEETHOVEN: Sinfonia n. 1 in do magg., op.21

Nato nel 1986 nel capoluogo dell’Assia, questo Complesso è un tipico esempio delle numerose orchestre tedesche, formate da professionisti e studenti, che animano la vita musicale delle loro regione, facendo sì che la Germania sia uno di paesi nel mondo dove si fa e si ascolta più musica. Dal 2008 ne è a capo Uwe Sochaczewsky, altro tipico esempio di Kappelmeister: lunga esperienza in teatri e sale di concerti, attività di coinvolgimento del mondo della scuola, presenza continuativa sul territorio, poca o nessuna
burocrazia. Il programma impagina Mendelssohn con la « Grotta di Fingal », ispirato dalla visita del compositore alla omonima grotta sull’isola di Staffa nell’arcipelago delle Ebridi, al largo della costa occidentale della Scozia e il Pezzo da concerto n. 2 , brano nel quale gli ampi contrasti di registro tra clarinetto e corno di
bassetto, le figurazioni brillanti e lo stile cantabile hanno lo scopo di mettere in risalto le qualità tecniche e musicali dei due strumentisti. Beethoven si avventurò relativamente tardi nel mondo sinfonico; all’età in cui
finì di licenziare la sua Prima Sinfonia, Wolfgang Amadeus Mozart ne aveva già composte trentasei e Joseph Haydn quasi venti. Era perciò ben lontano da una maturazione stilistica paragonabile a quella dei suoi predecessori. Questa sinfonia è un’opera dall’identità incerta, divisa tra i riferimenti al passato e l’incombenza
di un futuro che si lasciava intuire solo a tratti.



\\ Organizzato da: Amici della Musica Sondalo